la città e il territorio

La città di Grosseto è adagiata al centro della Maremma, in quel vasto piano che va "da Moscona al mare", circondata dalla campagna, a pochi chilometri sia dalla costa che dalle colline e lambita dal fiume Ombrone.

Mentre la città moderna è cresciuta e si è sviluppata fino ad ospitare gli attuali 80.000 abitanti, il Centro Storico è piccolo e raccolto all'interno della cerchia muraria, fra le poche in Italia ad essere completamente intatte per quanto riguarda i capoluoghi di provincia.

L'esistenza di Grosseto è documentata a partire dall'Alto Medioevo, anche se è accertata la presenza di insediamenti precedenti nell'area. Fu per alcuni secoli città degli Aldobrandeschi, che ne furono croce e delizia, portandola prima a guadagnare potenza e importanza, ma poi legandola ad una predominanza di Siena imposta dai giochi politici dell'epoca. Liberata e di nuovo martoriata, Grosseto passò poi ai Medici, che le restituirono la dignità perduta e infine ai Lorena che ne favorirono il definitivo sviluppo e rilancio.

Gli edifici di principale interesse storico del Centro sono la Cattedrale intitolata al patrono S. Lorenzo, che ospita varie opere ed oggetti di interesse storico e artistico, la Chiesa di S. Pietro, la più antica della città che sorge su un tratto del tracciato originale dell'antica Via Aurelia, il Cassero del Sale, il Convento di S. Francesco che conserva un crocifisso di Duccio di Buoninsegna e la Fortezza Medicea.

La città vecchia ospita anche un'interessante rete museale costituita dal Museo Archeologico, il Centro recupero tartarughe marine, il Museo di Storia Naturale della Maremma, il Museo di Arte Sacra della Diocesi di Grosseto ed infine il Museolab città di Grosseto ospitato nel restaurato ex Convento delle Clarisse, altro edificio storico.

Locanda
Cantina
Aperture
APERTO TUTTE LE SERE